INTERVISTA AD UN EX STUDENTE

INTERVISTA AD UN PADRE DI FAMIGLIA DI TAINSO
Gennaio 7, 2021
Questa volta a raccontare la sua testimonianza è uno ex studente del villaggio educativo Don Musso a Tainso.  

Mi chiamo Alexander Saagum, ho 19 anni e sono diplomato alle scuole superiori. I miei genitori sono contadini emigrati dal nord del Ghana a Tainso.
Ho iniziato la scuola nel 2006 quando quasi tutte le aule erano fatte di fango e ricoperte da tetti di paglia.All’inizio, è stato un pò faticoso abituarsi a percorrere tutti quei chilometri per raggiungere la scuola, ma poi, quando sono arrivate nuove aule e insegnanti molto competenti, che mi hanno ispirato ammirazione, mi sono sentito più motivato e spinto a frequentare con assiduità e serietà. Così mi sono trasferito a Tainso, a casa di un parente, per poter essere così vicino alla scuola e poter studiare la sera, usufruendo dell’elettricità fornita dalla scuola. Ho sempre avuto paura di dover abbandonare la scuola a causa dell’indigenza della mia famiglia, ma poi, vedere gli studenti più grandi e meritevoli ricevere borse di studio per proseguire gli studi alle scuole superiori, mi ha dato fiducia e motivazione. Infatti poi, per grazia di Dio, ho ottenuto anche io la borsa di studio dal Villaggio Don Musso per proseguire alle superiori, diplomandomi come miglior studente tra oltre mille studenti. In futuro spero di poter approfondire il mio interesse per la geografia e l’economia, proseguendo gli studi universitari in Pianificazione e Gestione del Territorio, mettendo poi a disposizione le mie capacità per l’intero paese.
Ma la mia storia non è unica, ci sono molti altri studenti che, come me, insieme alle loro famiglie, sono stati aiutati dalla scuola del Villaggio Don Musso, attraverso borse di studio e programmi educativi per gli studenti e la comunità. Il progetto ha cambiato le vite degli abitanti della zona, tanto che ora tutte le famiglie vogliono mandare i propri figli a scuola invece di tenerli a lavorare nelle loro fattorie. Ora gli studenti non devono più lasciare il piccolo villaggio di Tainso per andare nella vicina città di Odumase, perché qui nel villaggio abbiamo tutto ciò di cui una scuola moderna ha bisogno.

Il Villaggio Don Musso è stata una salvezza per me e per molti altri. Non riuscirei ad immaginare dove sarei ora, o dove sarebbero i quasi 500 studenti di Tainso, se questa scuola non ci fosse. Non possiamo che ringraziare i donatori. La loro generosità significa molto per me e mi ha spronato a servire la comunità nel mio piccolo, organizzando corsi per studenti durante questa pandemia che ha bloccato molti studenti a casa.

Ma ci sono ancora molti altri bambini che purtroppo rimangono indietro, a causa delle risorse limitate o della povertà. Per questo, sono molto riconoscente e invito tutti coloro che hanno sostenuto la costruzione del Villaggio Don Musso a continuare con il loro sostegno, in modo tale che molti altri studenti possano avere l’opportunità di un futuro migliore.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *